» » Escursionisti per caso  » relazioni, arrampicata, arrampicate, vie di roccia, vie normali, vie di ghiaccio, scalata, scalate, alpinismo, scialpinismo, ferrate, ferrata, alpinisti, alpinista, cordata, montagna, civetta, pelmo, antelao, tofana, trekking, vie ferrate, escursioni, dolomiti, escursioni in dolomiti
Nome:        Che Guevara

Cima:         Monte Casale

Zona:         Arco

Altezza:     1630 mt     Dislivello: 1200 mt

Tempi:       7 - 8 ore

Questa escursione non è assolutamente di difficile livello tecnico ma interminabile nella sua lunghezza e con una continua esposizione al sole, giusto per questo è il caso di partire con sé grandi quantità di liquidi.

Strada di accesso:
Arrivati a Riva del Garda(TN) proseguendo a nord bisogna oltrepassare Arco,Dro e raggiungere l’abitato di Pietramurata (TN); quest'uftimo deve essere attraversato in direzione Sarche completamente fino al cartello che indica la fine della frazione e dove sulla dx. si trova un ingrosso ortofrutticolo con possibilità di parcheggio esterno mentre a sx., ai piedi del monte Casale, si trova una concessionaria auto ed una cava.ll sentiero per l'attacco costeggia proprio quest'ultima.

Relazione:
Tramite un ripido sentiero sulla dx , che nel tratto superiore si sviluppa su terreno abbastanza instabile e detritico, si giunge ai primi cavi d'acciaio (50mt) che però non fanno parte della ferrata, la quale inizia poco più sopra dopo aver superato alcune roccette non attrezzate ma di nessuna difficoltà. L'attacco (0,45h) è segnalato con una grossa scritta rossa "Che Guevara" a circa 750mt all'interno di una splendida forcella e dopo il primo tratto in verticale sempre ottimamente fornito di appigli naturali gira sulla sx , dove con una continua alternanza tra placche levigate (ma sempre ben attrezzate con gradini in ferro), balconate di roccia, sentierini e brevi roccette attrezzate si raggiunge il libro delle firme a quota 1250mt.
Fin qui l'esposizione della via è eccezionale ma vista l'ottima attrezzatura non dà assolutamente le sensazioni del "vuoto" come altre vie, in particolare la balconata che si incontra a circa metà del tratto descritto è un vero invito alla sosta sia per apprezzare il panorama che per prendere fiato visto che comunque fino al libro delle firme la salita è continua. Arrivati comunque a questo punto (libro) la ferrata termina ma non è comunque il caso di togliere casco ed imbrago vista la forte possibilità di caduta sassi e la presenza di alcuni brevissimi tratti di roccette assistite da un cavo scorrimano. Proseguendo l'escursione, a sx troviamo dopo alcune decine di mt un canalone che grazie ad una fune tesa da parte a parte attraversiamo da dx. a sx. per circa 50 mt e volgendo lo sguardo nella direzione alta del canale si vede la croce da raggiungere.
II percorso prosegue sulla sponda sx. del canalone molto faticosamente immersi nella vegetazione interrotti da un piccolo salto roccioso (1450mt)un pò impegnativo ma di pochissimi metri ed oltretutto attrezzato che tuttavia aiuta ad interrompere la monotonia del sentiero appena percorso. Il tratto finale è sicuramente più suggestivo di quello appena superato in quanto esce dalla boscaglia con una visuale che si apre sempre di più e quasi inaspettatamente ci porta alla stessa altezza della croce la quale è poi raggiungibile tramite un vasto pascolo presente sulla sommità del monte (1630mt) a 5h dall'auto. Ad un centinaio di metri dalla croce si trova il rifugio della Sat "Don Zio" aperto nel periodo estivo.

Discesa:
ll ritorno è lungo (circa 3h) ed inizialmente è su facile mulattiera poi, dopo alcune centinaia di metri,si trova l'indicazione di sentiero pericoloso 426 sulla sx. per Pietramurata ed in effetti tale sentiero è estremamente ripido e scivoloso, attrezzato da fune scorrimano nella parte iniziale e con una lunga scala; per questo è forse il caso, prima di partire, di rimettere tutta la sicurezza
Terminato il tratto "attrezzato" inizia un lungo canale estremamente franoso fino al sottobosco dove finalmente diventa un normale sentiero che termina su una mulattiera. A questo punto vi è l'alternativa di proseguire in discesa lungo quest'ultima con una facile passeggiata o "tagliarla" tramite sentiero di sottobosco fino al paese di Pietramurata, ma non al punto di partenza il quale è raggiungibile camminando a sx. per circa 1km sulla provinciale.




















> Graphic by Army © 2000-2020 Webdreams