» » Escursionisti per caso  » relazioni, arrampicata, arrampicate, vie di roccia, vie normali, vie di ghiaccio, scalata, scalate, alpinismo, scialpinismo, ferrate, ferrata, alpinisti, alpinista, cordata, montagna, civetta, pelmo, antelao, tofana, trekking, vie ferrate, escursioni, dolomiti, escursioni in dolomiti
Nome:        Grossglockner

Cima:         Grossglockner

Zona:         Austria

Altezza:     3798 mt     Dislivello: 1800 mt

Tempi:       

Percorso impegnativo, corda, ramponi e picozza obbligatori. Da effetuarsi in due giorni.

Strada di accesso:
Oltrepassato il Passo di Monte Croce Carnico si scende nella valle del Gail fino a Lienz, da dove si prosegue fino a Kals am Grossglockner, fino al termine della strada dove si parcheggia.

Accesso:
Si sale per strada sterrata fino al Rif.Luckner Hutte, proseguendo lungo la Kodinitz Tal si sbuca alla sella Fanot Scharte dove, a 2802 metri si truva il rifugio Studl Hutte.

Relazione:
Dal rifugio si sale superando un faticoso pendio detritico che valica la costa rocciosa dello Schere, entrando nel ghiacciaio Kodnitz kees, e con ampio giro alla base della splendida piramide della cima, si mira al rifugio Erzherzog-Johann Hutte a mt.3454 che si raggiunge lungo un sentierino a tratti attrezzato. Calzati i ramponi si risale la marcata traccia che con comode serpentine sul ghiacciaio “Glocknerleiti” ci avvicina al cono terminale. Proseguendo con discreta pendenza si toccano le prime rocce attrezzate e si superano le balze sovrastanti mantenendo la direttrice dei fittoni saldamente ancorati che permettono ottime assicurazioni, pervenendo all’esposta cresta del Klein Glockner mt.3783 che porta all’intaglio tra le due cime. Da qui in breve si perviene alla croce di vetta mt.3798.

Discesa:
Il ritorno è previsto per il medesimo itinerario di salita.




















> Graphic by Army © 2000-2020 Webdreams