» » Escursionisti per caso  » relazioni, arrampicata, arrampicate, vie di roccia, vie normali, vie di ghiaccio, scalata, scalate, alpinismo, scialpinismo, ferrate, ferrata, alpinisti, alpinista, cordata, montagna, civetta, pelmo, antelao, tofana, trekking, vie ferrate, escursioni, dolomiti, escursioni in dolomiti
Nome:        Tissi

Cima:         Monte Civetta

Zona:         Civetta

Altezza:     3220 mt     Dislivello: 1600 mt

Tempi:       8 - 12 ore dal rif. Trieste

Una classica delle ferrate dolomitiche; il sentiero è stato ritracciato pochi anni orsono.

Strada di accesso:
a Listolade (683) lungo la SS 203, 15 km da Alleghe (983), 4,5 km da Agordo (611). Una stradina conduce in direzione NE fino al rif. Trieste (1135), attraversando il profondo solco della valle Corpassa, 4 km.

Un buon PP, soprattutto per chi proviene da S, è l'alpe della Grava (1627). Accesso in automobile dalla strada per il passo Duran; diramazione poco ad O di Chiesa (1252), 3,5 km, strada per lo più ad una sola corsia, con pendenze fino al 20%, per tre quarti asfaltata. II resto del tracciato risulta piuttosto disagevole. Sufficienti possibilità di parcheggio in prossimità dell'alpe (il divieto di transito inizia 700 m dopo la deviazione, ma il traffico veicolare viene tollerato fino all'alpe).

Accesso:
per la risalita al rif. Vazzoler (1714) si deve calcolare un tempo di marcia di 2 h circa, segn. 555. Da Listolade è possibile servirsi del servizio di trasporto con veicoli fuoristrada. La passeggiata per arrivare al rifugio regala panorami magnifici, rivolti sulle creste rocciose del Pelsa (3054), della cima di Busazza (2894) e della Moiazzetta (2727), che dalla vetta principale della Civetta si allungano verso S.

Presso il Pian delle Taie (1620), circa 20 min sotto il rif. Vazzoler, l'accesso alla ferrata Tissi, contrassegnato dal n. 558, abbandona il sent. per il rifugio e, attraverso un pendio di rocce sgretolate, sale fino all'ampio circo elevato di Van delle Sasse (2300‑2500), racchiuso tra i Cantoni della Busazza, la parete S della Civetta e la parete della Civetta Bassa (cima di Tomè, 3004). Fino al punto d'attacco della ferrata si supera un DL di 1000 m, 3 h dal rif. Vazzoler.

Nel Van delle Sasse s'incontra la diramazione per la forc. delle Sasse (2476).

Dall'alpe della Grava (1627) in 2 h 1 /2 circa si sale alla forc. delle Sasse (2476) passando per la forc. della Grava (1784, fino a questo punto strada carrozzabile) ed affrontando un ultimo faticoso tratto su ghiaia, segn. 558. Dall'insellatura si procede con andamento quasi pianeggiante sotto le rupi della Civetta Bassa, fino all'attacco della «Tissi», poco meno di 3 h.

Relazione:
L'attacco della nuova «Tissi» si trova abbastanza discosto, sulla dx della gola che scende dal Pian della Tenda, precisamente nel punto più elevato di un grande conoide di deiezione (circa 2600). II sent. parte con decisione e, attraverso una rampa di roccia, raggiunge rapidamente un ghiaione. Si prosegue a sx, lungo la parete, poi in diagonale per tratto estremamente aereo e faticoso fino ad un terrazzino; risalendo su roccia ripida (fune metallica continua), si raggiunge un angolo assai solitario. Da qui parte una grossa cengia che, salendo verso sx, termina sul Pian della Tenda. Poco sopra si trova il piccolo rif. Torrani (2984), 1 h 1 /4. Attraverso ghiaie e rocce sgretolate, segn. e tracce di sent. conducono in cima al Civetta, 40 min.

Discesa:
Uguale alla risalita, 3 h ¾ fino al rif. Vazzoler; 4 h ½ fino al rif. Trieste; 3 h ¾ fino all’alpe della Grava.

Lungo il sent. Tivan si raggiungono il rif. Coldai, 3 h1/2 e l’alpe della Grava, 3 h.

> Graphic by Army © 2000-2020 Webdreams