» » Escursionisti per caso  » relazioni, arrampicata, arrampicate, vie di roccia, vie normali, vie di ghiaccio, scalata, scalate, alpinismo, scialpinismo, ferrate, ferrata, alpinisti, alpinista, cordata, montagna, civetta, pelmo, antelao, tofana, trekking, vie ferrate, escursioni, dolomiti, escursioni in dolomiti
Nome:        Super Rapida

Cima:         Col Gallina

Zona:         Croda Negra

Altezza:          Dislivello: 230 mt

Tempi:       1.30 ‑ 2 ore

Difficoltà:    III, IV, 1p. IV+

Materiale:    10 rinvii, dadi e cordini

Punto di partenza:    Rif. Fedare.

Itinerario, divertente, un po' discontinuo nelle difficoltà, ottimo come ripiego in caso di tempo incerto. Roccia buona.

Attacco:
Dalla statale per il P.so Giau, fermarsi al Rif. Fedare. Prendere la mulattiera che passa sotto la seggiovia, continuare per altri 100 m fino ad intraprendere il sentiero sulla destra; seguirlo fino ad un tabià. Deviare a destra per prati puntando ad una caverna di guerra con croce, arrivati nei pressi di codesta caverna piegare sinistra seguendo dei bolli rossi. Arrivare nei pressi di una torre con grotta salire nei pressi di una forcella, ora abbassarsi e puntare alla parete. L'attacco è nel punto più basso della parete sotto un canalino. Scritta di vernice e freccia.

Relazione:

1.  Risalire il canalino, superare la placca verticale (spit) e continuare nel canale fino alla fine dove si sosta su clessidra (III+ IV‑ 40m).

2.  Uscire dal canale e continuare verticalmente fino alla sosta su spit (IV poi III, 20 m.)

3.  Dalla sosta salire la bella parete verticale di buona roccia, continuare poi per gradoni fin sotto una conca accennata, spit di sosta (III+ IV 40m.)

4.  Salire verticalmente per gradoni con detrito fino a sostare su uno spit, presso una cengetta leggermente a sinistra (II 40 m).

5.  Dalla sosta salire verticalmente puntando a delle rocce nere che si superano dove più facile (2 spit) leggermente a destra rispetto alla precedente sosta. Si sosta su un cengia con spit (III 40 m).

6.  Salire la parete nerastra verso sinistra dove si supera uno strapiombetto in prossimità di una lama (spit), superato il passaggio proseguire prima leggermente a destra per poi rimontare sulla cengia ed andare a sostare su uno spit (IV, p IV+ 40m.),

7.  Salire il camino a sinistra della sosta fin dove finisce, sosta su spit ( III, 20 m).

8.  Seguire la cengia sulla destra fino ad uscire sulla cima (facile, 10 m).

Discesa:
Soluzione 1:
si scende per sentiero fino a forcella Averau e da questa di nuovo al rif. Fedare. 1 ora

Soluzione 2:
Dalla cima andare verso Est direzione Averau, continuare per sentiero fino a dei resti di trincee su una forcelletta (ometto); da qui calarsi un metro per prendere l'ancoraggio per la doppia e con una calata da 50 m si arriva nel sottostante canale da qui per sentiero al Rif. Fedare.













> Graphic by Army © 2000-2020 Webdreams